Home » Community » PCTO: come presentare la propria esperienza all’esame di Stato?

PCTO: come presentare la propria esperienza all’esame di Stato?

L’esperienza di alternanza scuola-lavoro, pur essendo stata più volte messa in discussione nel corso di quest’ultimo anno scolastico 2021-22, costituisce il punto di inizio dell’Esame di Stato per tutti i candidati delle classi quinte che abbiano scelto di diplomarsi all’interno di un istituto professionale.

Dato che con questo racconto, del tutto originale perché legato alla singola persona che lo ha svolto, si rompe il ghiaccio con i membri della commissione e con il Presidente esterno (che non vi conosce affatto), proviamo a dare qualche regola basilare per far sì che quanto ha caratterizzato il percorso formativo pratico di ognuno possa essere un trampolino di lancio per iniziare bene la prova orale.

Che cosa non fare:

  • Partire pensando che tutti conoscano l’esperienza lavorativa svolta, omettendo particolari essenziali a chi ti sta davanti.
  • Sottovalutare un percorso formativo ormai datato (è stato compiuto per lo più in terza, si saranno aggiunte sicuramente altre esperienze).
  • Sopravvalutare la pratica e non considerare la preparazione teorica (l’Esame di Stato che ti attende comprenderà sei richieste di tipo teorico, anche se afferenti alla prassi alberghiera-ristorativa).
  • Dare l’idea che un cuoco/maitre di sala/recettore alberghiero non sappia pensare in modo autonomo ma sia solo un esecutore di ordini calati dall’alto o dall’esterno.
  • Raccontare per più di tre-quattro minuti la tua esperienza: diversamente, sarai interrotto a metà dal presidente e non potrai finire l’esposizione: lascia l’amaro in bocca, a fine percorso.

Che cosa fare:

  • Descrivere la propria attività di stage: dove l’ho svolta, in quale periodo, quali erano i miei responsabili e di che cosa si occupavano, a quale settore alberghiero essa fa capo.
  • Spiegare quali sono state le competenze acquisite nel corso del percorso di stage, sia a livello teorico sia a livello pratico, facendo notare se e quanto esso possa essere servito a migliorare le capacità lavorative e/o a imparare tecniche nuove.
  • Illustrare le relazioni che sono state intrattenute con i responsabili e con i pari.
  • Descrivere le eventuali criticità (ritardi, scontri con il personale, incomprensioni ecc.) verificatesi durante lo stage.
  • Spiegare se sei maturato e in che cosa sei migliorato/a durante lo stage.

Preferibile utilizzare un power point con qualche foto per presentare in modo più vivace l’esperienza lavorativa svolta (tutti materiali che dovresti aver messo da parte nel corso dell’esperienza lavorativa).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.