Home » Community » La fine del Medioevo: cause economiche e demografiche (1300-1350) per le classi terze

La fine del Medioevo: cause economiche e demografiche (1300-1350) per le classi terze

Come si ascolta in questo breve file audio, all’inzio del 1300, la crescita demografica e agricola europea, iniziata circa tre secoli prima, si arrestò brutalmente.

Le cause furono diverse: un po’ la popolazione era talmente cresciuta che le risorse economiche (soprattutti i prodotti agricoli) non le bastavano più; un po’ le carestie, le siccità o l’eccesso di pioggia, soprattutto nei primi venti anni del XIV secolo, resero molto difficile una corretta alimentazione per le persone. I prezzi del grano crebbero a vista d’occhio.

Esse, allora si indebolirono e i loro sistemi immunitari divennero più facilmente attaccabili dalle malattie e dai virus epidemici.

Per far fronte al problema, si iniziarono a coltivare terre a bassa produttività. CIò però tolse spazio agli allevamenti e, di conseguenza, alla produzione di concimi animali.

L’anno più duro, per la carestia, fu il 1316. Nell’arco di circa 40 anni, tra il 1310 e l il 1350, la popolazione europea si contrasse di circa un terzo (da 90 milioni di abitanti di fine ‘200 si passò ai circa 60 del 1352).

L’articolo e il file audio spiegano le pagine 116-118 del volume di storia delle classi terze. Come esercizio, puoi aprire il link della contrazione di popolazione, leggerne i dati e riassumerli per iscritto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.